Le pagelle - Plizzari il migliore, pochi rossoverdi brillanti. Tremolada croce e deliza della Ternana

20.01.2018 17:10 di Redazione TernanaNews   Vedi letture
© foto di Federico Gaetano
Le pagelle - Plizzari il migliore, pochi rossoverdi brillanti. Tremolada croce e deliza della Ternana

PLIZZARI 7 come al solito sempre reattivo, prova a metterci l’ultima pezza nelle occasioni in cui l’Empoli arriva al tiro. E rimane uno dei migliori in campo, nonostante i due gol. Donnarumma era sulla ribattuta ma non poteva fare altrimenti, il gol di Castagnetti è da cineteca (seppur con deviazione). Ha salvato il risultato in almeno due circostanze, vincendo il duello pesonale con Zajc, ma non basta...

VALJENT 6 rapido, cattivo, cerca l’anticipo sempre sul suo avversario di turno, quando Caputo, quando Donnarumma. Il problema sono gli inserimenti di Zajc, ma Valjent cerca di tamponare sempre, come su Caputo nel primo tepmo. Determinante. La coppia gol della B è disinnescata, non l’Empoli

VITIELLO 6 è un po’ la novità/sorpresa, schierato al centro della difesa puntella con l’esperienza la copertura della Ternana che soprattutto nei primi 15 minuti lascia a desiderare. Dimostra ai compagni che non sempre si vive di fioretto. Con l’andar del tempo prende sempre più confidenza con il ruolo, in alcune circostanze decisivo. Purtroppo non basta.

GASPARETTO 5,5 vale lo stesso discorso fatto per Valjent, con la difficoltà ulteriore che la sua stazza lo rende necessariamente meno veloce. Anche lui cerca di metterci una pezza sugli scambi stretti degli attaccanti toscani. Ma con l’aggiunta degli inserimenti dei centrocampisti tutto si complica. Esce dieci minuti prima per esigenze tattiche
(dal 35’ st FINOTTO sv non è valutabile, ma entra con il piglio giusto. Prova a dare una scossa, non ci riesce fino in fondo)

STATELLA 5,5 rimane più basso di quanto ci aspettavamo, il nuovo acquisto rossoverde. Cerca lo strappo e la profondità, ma soprattutto nel primo tempo deve guardarsi soprattutto dalle discese di Pasqual. Lo aspettiamo in una partita più “semplice”, ma l’impatto con il mondo rossoverde è stato complicato contro una delle squadre più forti della categoria. E anche l’atteggiamento tattico della Ternana non lo ha aiutato, probabilmente
(dal 21’ st FAVALLI 5,5 in campo per far respirare Statella e per essere più difensivi. Il compito riesce, l’Empoli preme ma non trova molti spazi. Ma manca la spinta offensiva)

DEFENDI 5,5 come al solito il capitano non disdegna la corsa. Meno tambureggiante del solito, ma sempre il più dinamico, lì in mezzo. In mezzo al campo però la Ternana soffre il palleggio degli avversari. Molto più tecnici della Ternana quando decidono di alzare il ritmo la Ternana va in difficoltà

BORDIN 6,5 l’eredità lasciata da Paolucci è sempre pesante, ma il talento e la personalità si vedono eccome. Non ha paura ad entrare duro, non ha paura a cercare la giocata di fino, non ha paura a calciare lungo. Anche perché gli riesce. Cerca anche di mantenere la linea stretta fra difesa e centrocampo. Da rivedere

ANGIULLI 5,5 dei tre di centrocampo il meno vivace. Qualche errore di troppo in fase di impostazione, troppa libertà concessa a Bennacer che si sposta spesso, scambiando il posto con Zajc. È questa la chiave che mette in difficoltà nei primi minuti la Ternana. L’impegno non si mette in discussione, come in tutti i protagonisti rossoverdi, ma purtroppo stavolta non riesce ad incidere

CARRETTA 6 meno devastante che nelle altre circostanze. Ha molto più campo avanti a se (gioca insomma lontano dalla porta) e quindi anche se accelera non riesce ad essere decisivo. Ma comunque al di là delle poche occasioni è suo il primo tiro della partita ed è suo lo straordiario assist per Tremolada che poteva cambiare la partita. Stavolta più contenimento che occasioni da gol

TREMOLADA 5 purtroppo il suo errore è determinante per la partita. Poteva essere 2-1 per la Ternana è stato 2-1 per l’Empoli. Senza dimenticare che ha avuto anche l’occasione del 2-2, ma in quel caso è stato bravissimo Provedel. Purtroppo è sempre il solito discorso: quando decide di accendere la luce è decisivo. Però al di là della sua costanza, gli errori stagolta incidono pesantemente sul risultato. Va detto che oggi erano poche le opportunità su cui può contare. Carretta e Statella partivano da troppo dietro per poter essere soluzioni valide

MONTALTO 6 pochi palloni arrivano, pochi palloni tocca. Quello dagli undici metri pesa, ma lui ormai la pressione neanche la sente. 12esimo gol stagionale, anche senza che la Ternana facesse troppo... Esce per infortunio, speriamo non sia nulla di grave)
(dal 31’ st PIOVACCARI sv è un toro e si vede. Sbraccia, sposta gli avversari, cerca la porta. Peccato che quando entri, praticamente passa in vantaggio l’Empoli)