LE PAGELLE - Meccariello e Diakite insuperabili Il miglior Ledesma e il miglior Avenatti (in numeri)

 di Redazione TernanaNews  articolo letto 2390 volte
LE PAGELLE - Meccariello e Diakite insuperabili Il miglior Ledesma e il miglior Avenatti (in numeri)

ARESTI 7 pochi interventi ma buoni, anzi ottimi! Salva la Ternana in almeno un paio di circostanze. Il nuovo corso della Ternana passa anche dalle sue sicurezze e dalle sue parate. Nel secondo tempo sotto pressione, non sbaglia un colpo

ZANON 6 preferisce non correre troppi rischi con Sprocati davanti. Quando si sgancia è sempre pericoloso, sfornando cross decisamente interessanti e fornendo un valido appoggio allo sviluppo della manovra. Nella seconda parte della gara, si piazza dietro e non concede spazi. Ammonito: salterà la trasferta di Chiavari

DIAKITE 7 la sua fisicità risolve l'80% delle situazioni complicate in area di rigore. Non ha paura di buttare il pallone lontano senza troppi riccioli. Concreto, soprattutto nel finale quando la Ternana si arrocca intorno a lui e Meccariello. Non gliene sfugge uno.

MECCARIELLO 7 nel primo tempo praticamente perfetto. Anticipa in maniera costante Coda, è sempre nel posto giusto al momento giusto. È uno dei più un forma della squadra (crampi a parte!) decisivo all'ultimo minuto sul tiro a porta vuota di Bernardini. La vittoria è anche la sua

GERMONI 6 una buona partita, più in fase di appoggio che in fase difensiva. Improta è il più pericoloso degli avversari nel primo tempo perché riesce a trovare lo spazio giusto "costringendo" quindi Meccariello a delle ottime chiusure. Nel secondo tempo quando si trova di fronte Rosina va molto meglio: nessun errore, corse giuste.

PETRICCIONE 6,5 per una volta non è il migliore in campo ma non significa che abbia giocato male, ma che per fortuna, c'è chi ha fatto meglio! Sempre attivo, sempre mobile, sempre la cosa giusta al posto giusto.

LEDESMA 7 la miglior partita da quando è a Terni. Copre e imposta con grande lucidità, suo l'assist per il gol di Avenatti, belle idee sui calci piazzati. Un solo errore grave che poteva costar caro, ci mette una pezza Aresti. Per il resto solo palloni giocati con intelligenza. E quella stanchezza che sembrava averlo "colpito" nel turno infrasettimanale è evaporata!

DI NOIA 6,5 grande dinamismo, equilibratore delle due fasi. È preziosissimo per il gioco della Ternana, prova anche un colpo dei suoi con un gran tiro da fuori area che colpisce la traversa. Sostitito perché appena recuperato, non certo per demerito
(dal 13' st DEFENDI 6,5 è come se lui e Di Noia fossero omologhi: stesse caratteristiche, stesso apporto alla squadra. Determinante nel finale quando si sdoppia)

FALLETTI 6,5 conferma di essere in palla, dà sempre la sensazione di poter costruire qualcosa di pericoloso quando ha la palla fra i piedi. E quando tira, spesso, è pericoloso. Esce per esigenze tattiche per irrobustire il centrocampo. Esce, ma la Ternana non riesce più ad essere pericolosa
(dal 34' st VALJENT sv quindici minuti finale con la Salernitana che fa un pressing, alla fine sterile. A centrocampo non è il suo (insomma gioca meglio da difensore) ma ne fa 100 con la Ternana. A 20 anni)

AVENATTI 6,5 non deve neanche saltare per realizzare il suo undicesimo gol in campionato. Partecipa all'azione con grande energia e costrutto. Qualche errore di troppo in fase di impostazione, ma la sua grinta al momento del gol la dice lunga sulla sua voglia di rivalsa. È già il miglior Avenatti italiano, e mancano ancora quasi due mesi alla fine del campionato e sarebbero potuti essere anche di più i gol se avesse segnato anche nel secondo tempo.
(dal 26' st LAGUMINA 6 ha molti meno palloni da giocare e obiettivamente uno (alla fine) avrebbe potuto giocarlo meglio, sprecando un contropiede d'oro. Per fortuna la Salernitana non ha pareggiato altrimenti sarebbe stato un errore clamoroso. Ma di un giocatore così la Ternana ha bisogno)

PALOMBI 6,5 vivace, spazia su tutto il fronte offensivo, nel primo tempo ha due grandi occasioni ed è bravissimo Gomis ad evitare il gol. Sempre nel vivo dell'azione. È l'attaccante più pericoloso della Ternana e anche senza aver segnato la sua prova è decisamente positiva