LE PAGELLE - Falletti e Avenatti salvano la Ternana. Applausi per tutti: è salvezza

 di Redazione TernanaNews  articolo letto 2669 volte
© foto di Federico Gaetano
LE PAGELLE - Falletti e Avenatti salvano la Ternana. Applausi per tutti: è salvezza

ARESTI 6,5 il primo tempo dell'Ascoli sembrava un film dell'incubo e ci è voluta tutta la calma del portiere rossoverde per mantenere la partita in bilico. Nessun miracolo ma tanta sostanza.

ZANON 6,5 meno brillante che nelle altre partite, soprattutto nel primo tempo. Poi ha cominciato a macinare, a correre, a crossare. È uno dei simboli di questa Ternana, una delle colonne. Uno di quelli che ci ha messo sempre la faccia fino all'ultimo. Anche in una stagione pericolosissima come questa

DIAKITÉ 6 meno lucido che in altre circostanze. Ruvido, ma forse "sentiva" la partita più di qualche altro compagno. Ed è strano per uno come lui, quindi magari abbiamo avuto una sensazione sbagliata. Il suo in campo lo fa eccome: si sente. Sia dietro che in avanti...

MECCARIELLO 7 se per "colpa" del suo gol mancato la Ternana non avesse centrato la salvezza forse lo avremmo massacrato. E ci saremmo dimenticati almeno due interventi difensivi da manuale quando la Ternana stava vincendo che valgono almeno quanto un gol segnato. Anche lui uno dei simboli di questa annata. Cresciuto vertiginosamente: meriterebbe la A, per noi

CONTINI 6 c'era bisogno di rimanere tranquilli, di non farsi prendere dal nervosismo. Lui lo ha fatto. Anzi ha un certo punto ha provato lui ad innervosire lui gli ascolani. È l'uomo di esperienza della difesa, titolare nelle ultime per necessità. Non ha mollato mai un centimetro

COPPOLA 6 gioca con la Ternana sotto e non è un buon giocare, nel senso che non si gioca sereni. Ma la sua prestazione è stata come al solito di grande grinta. Ha provato a tenere dritta la barra, di non far naufragare la squadra attanagliata dalla paura. Esco per far spazio alla qualità di Petriccione, non certo per demerito. È la terza colonna "storica" su cui si è appoggiata la Ternana in questa stagione. E poco importa se da titolare o meno, ma ha sempre combattuto fino all'ultimo secondo
(dal 20' st PETRICCIONE 6,5 capopolo a fine partita sotto la curva, motorino inesauribile in campo. Corre e sa giocare a calcio: sentiremo ancora parlare di lui...)

LEDESMA 6 non è stato brillante come al solito, ha pagato il ritmo forsennato che soprattutto nel primo tempo ha cercato di imprimere l'Ascoli alla partita e ha sofferto la fisicità dei centrocampisti avversari. La sua qualità non si discute, ma stasera non era il miglior Ledesma

DI NOIA 6 le sue corse a spezzare l'avversario sono state rare, ha dovuto più rincorrere che offendere. Ma è stato un elemento molto importante per l'equiibrio della squadra. Per non parlare dei gol che ha fatto durante la stagione...

FALLETTI 7,5 il gol del 2-1 è orgiastico con il portiere dell'Ascoli che neanche l'ha visto. Ma era in palla anche prima, quando degli attaccanti non c'era traccia. Ha cercato di rifornire i suoi compagni di squadra, ha cercato il tiro. Ha fatto un regalo enorme ai suoi tifosi all'ultimo giorno di contratto. Grazie!
(dal 35' st VALJENT 6 doveva fare la diga in mezzo al campo, non doveva passare nessuno. Così è stato. E non ha mai borbottato quando da titolare inamovibile si è trovato riserva...)

PETTINARI 6,5 il primo tempo a tratti è stato irritante. Troppi leziosismi quando invece gli altri randellavano. Nel secondo tempo, con Felipe, si è esaltato ed è tornato quello delle ultime due partite. Ha fatto la differenza. E soprattutto ha saputo tenere la palla quando ce n'era bisogno.

PALOMBI 6 stasera il golden boy rossoverde forse è stato il meno brillante in campo. Un paio di spunti e nulla più. Ma ve la sentite voi di mettergli un'insufficienza in una serata così? Noi no, anzi! Con i suoi gol a tenuto a galla la squadra, anche lui è destinato a una bella carriera...
(dal 10' st AVENATTI 7,5 sembra un film: Ternana salva grazie a un gol di Felipe. E fosse solo il gol... almeno due tiri, una furia su tutti i palloni, sponde per Falletti e Pettinari. Ha spaccato la partita e ribaltato l'Ascoli. Ha salutato Terni nel migliore dei modi. E anche a lui non possiamo che ringraziarlo...