Gli UP&DOWN di Avellino-Ternana 0-1

27.11.2019 23:45 di Ternananews Redazione   Vedi letture
© foto di Federico Gaetano
Gli UP&DOWN di Avellino-Ternana 0-1

UP

Nesta – E’ l’uomo copertina. Il suo primo gol tra i professionisti regala alla Ternana la vittoria nel match contro l’Avellino e il passaggio del turno in Coppa Italia. Tutto bellissimo anche perché fino al gol è stato tra i migliori pur essendo subentrato in corso d’opera. Dopo però ha commesso due errori (rinvio mancato e retropassaggio maldestro) che hanno consentito all’Avellino di andare vicinissimo al pareggio. E’ il suo momento. Dopo la maglia da titolare sabato contro la Viterbese in campionato è arrivato il gol in Coppa Italia. 

Palumbo – Non c’è niente da fare, quando c’è lui in campo la Ternana gira a meraviglia. Non è un caso se la squadra rossoverde è stata palesemente più pericolosa nella ripresa quando il regista napoletano è entrato in campo. Per lui uno scampolo di partita, quanto è bastato per incidere con qualità e quantità.

Bergamelli-Sini – Il loro ritorno in campo ha fatto tirare un gran bel sospiro di sollievo a Fabio Gallo che è stato costretto nell’ultimo mese a doversi inventare Celli centrale difensivo per sopperire alle assenze in contemporanea dei due. Sini ha giocato tutta la partita chiudendo in crescendo, Bergamelli invece ha dato solidità al reparto nel momento cruciale del match.

DOWN

Diakitè – Voto negativo più per l’infortunio che per la prestazione comunque non sufficiente. Il guaio muscolare che lo ha costretto ad abbandonare nel corso della ripresa rischia di pesare più del dovuto sulla sua stagione. Tra l’altro uno stop che arriva nel suo momento migliore. Soltanto da poco tempo era tornato a far parte dei convocati prima e a giocare dopo.

Vantaggiato – Ha fallito la migliore palla gol del primo tempo. Un colpo di testa facile facile su cross di Niosi. Eppure, nonostante l’uscita a vuoto di Abibi il centravanti autore del gol partita sabato contro la Viterbese ha centrato il portiere invece che lo specchio della porta. La sua è stata comunque una partita difficile. Ha anche segnato, ma in posizione di fuorigioco. Ha giocato tutta la partita e questa è la nota più positiva.

Furlan – Altra chance non sfruttata. Il numero 7 rossoverde non riesce ad incidere come tutti si aspetterebbero. Anche contro l’Avellino non ha brillato. Partito largo sulla corsia di sinistra ha finito dalla parte opposta. Al di là di qualche cross resta solo la giocata (dribbling e tiro) nel primo tempo che lo ha visto concludere verso la porta.