Bisceglie-Ternana, le pagelle: Celli sempre pronto, Tozzo sicuro. Nessun lampo, nessuna frittata

20.10.2019 17:17 di Ternananews Redazione   Vedi letture
© foto di Andrea Rosito
Bisceglie-Ternana, le pagelle: Celli sempre pronto, Tozzo sicuro. Nessun lampo, nessuna frittata

TOZZO 6,5 schierato a sorpresa, grande novità di giornata (insieme al 352 ad inizio gara) non tradisce le attese e si fa trovare sempre attento nelle rarissime occasioni in cui il Bisceglie arriva al tiro. Nulla di eclatante, ma un buon battesimo

SUAGHER 6 controlla l’area come lo sceriffo. Non si fa intimidire dalla fisicità avversaria e rimbalza gli avversari come un muro (non certo di gomma). Efficace e duro

RUSSO 6 torna titolare e sembra che giochi lì da sempre. Accorto, attento, mai una sbavatura. Due o tre chiusure all’interno dell’area di rigore (una delle quali salva “tiro”). Si conferma giocatore di categoria

CELLI 7 mezzo punto in più solo per il gol e per la sgroppata in cui ha creduto fino alla fine. Giocatore jolly, sul quale Gallo sa di potersi appoggiare. Dimostra grande reattività anche in difesa e alla fine risulta uno dei migliori in campo

PARODI 6 tante sgroppate sulla fascia, con licenza di offendere. Ma il 352, che richiede una spinta continua, probabilmente non decolla fino in fondo perché sia a destra che a sinistra gli esterni non sono continui, sebbene arrembanti. Qualche leggerezza in fase di appoggio, ma assolutamente veniale

PAGHERA 6 è un lottatore in mezzo al campo e come sempre ci butta anche l’anima. Il pallone e lo spazio libero sono la sua ossessione. Cerca caparbiamente anche il gol, senza trovarlo

PALUMBO 6,5 forza la giocata ogni volta che può, vuole il cambio di campo, la volee, il tiro da fuori. Alle volte ci riesce alle volte no. Decisamente premiato il coraggio, pensate da categoria superiore (82’ DAMIAN sv)

SALZANO 6 inizia lui a tirare in porta (di testa) per la Ternana. Senza fortuna. Poi più che gli inserimenti cerca il fraseggio, anche e soprattutto con Mammarella. La manovra non è fluida, come la giornata rossoverde. È stata più una battaglia che una gara di fioretto

MAMMARELLA 6 forse alla lunga il meno brillante della Ternana (e infatti viene sostituito): ma il dispendio di energie per il ruolo di stantuffo si fa sentire. Il suo piede rimane sempre il più elegante: non a caso le migliori azioni della Ternana partono da lì (dal 78’ MUCCIANTE sv esordio per lui al posto di un Mammarella stanco)

MARILUNGO 6 partita di corsa e pressing alto, cerca il gol con un paio di conclusioni che non trovano la giusta angolazione (una fuori, una deviata all’ultimo). Da uno come lui ci si aspetta sempre la fiammata... (dal 78’ TORROMINO sv)

PARTIPILO 6 leggermente meglio di Marilungo per continuità e cattiveria, ma anche lui, come Guido, non riesce ad essere veramente ficcante. Peccato perché qualche numero in più l’aveva provato, senza poi però arrivare a conclusione (dal 66’ FERRANTE 6 entra per dare peso all’attacco ma la Ternana si trova ad arretrare per evitare la beffa della rimonta. Non per questo meno efficace dei suoi compagni)