TuttoC - Top & Flop di Ternana-Virtus Verona

10.02.2019 16:00 di Ternananews Redazione   Vedi letture
Fonte: Tuttoc.com
TuttoC - Top & Flop di Ternana-Virtus Verona

Questi i Top & Flop di Ternana-Virtus Verona secondo quanto scrive oggi TuttoC.com:

TOP:

Tommaso Pobega (Ternana): doppietta pesantissima quella del centrocampista scuola Milan che si fa sempre trovare al posto giusto nel momento giusto. Una mezz'ala che sa inserirsi alla grande, e quest'oggi l'ha ampiamente dimostrato. La prima rete che ha riaperto la contesa di una sfida fino a quel momento giocata in malo modo dalle Fere, è stata da vero opportunista. Della seconda, beh, che dire: un capolavoro. Una rovesciata che ha scavalcato Chironi in pieno recupero quando il fantasma della terza sconfitta consecutiva al Liberati stava sempre più incombendo. GIOVANE PRODIGIO

Paolo Grbac e Francesco Grandolfo (Virtus Verona): due giocatori formidabili. Tirano la carretta veneta e sono sempre pronti a far male alla retroguardia ospite. La prima rete della squadra di Fresco è targata proprio da questi due giocatori: cross del numero dieci croato, e girata al volo con il mancino del centravanti ex Bassano, per una rete da attaccante vero. Il cammino verso la salvezza è ancora lungo e tortuoso, ma quando hai questi giocatori le cose si semplificano abbastanza. QUALITÀ DI LIVELLO SUPERIORE

FLOP:

Riccardo Gagno (Ternana): un errore inconcepibile per un estremo difensore che gioca tra i professionisti. Cicca clamorosamente a palla servitagli da Fazio in un momento nero per i suoi, che vanno sotto di due reti subito ad inizio ripresa. Non era facile sostituire Iannarilli, ma dopo aver parato un rigore mercoledì in Coppa contro la Viterbese, tutti si sarebbero aspettati una prestazione altrettanto importante. L'infortunio dello 0-2 della Virtus è da dimenticare in fretta, perché può capitare a tutti. Ma è comunque ora di rialzarsi! ERRORACCIO

Gli ultimi 25 minuti della Virtus Verona: vinci 1-2 al Liberati, sei in superiorità numerica, e ci sta mettersi un po' dietro. Ma rinunciare proprio sistematicamente ad attaccare e a provare a chiudere definitivamente la contesa è una colpa che va imputata senza giudizio alla truppa di Fresco, che si dimostra inesperta a gestire una situazione che probabilmente nessuno aveva ipotizzato. Ancora una volta un goal nel recupero: oramai non possiamo più dire: "Che serva da lezione", perché accade troppo spesso. INESPERTI