Gravina sulla Serie C: "Professionismo poco, se non gli obblighi"

10.10.2018 15:30 di Marina Ferretti  articolo letto 591 volte
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport
Gravina sulla Serie C: "Professionismo poco, se non gli obblighi"

E' amara la considerazione fatta da Gabriele Gravina a Il Secolo XIX sulla situazione della Serie C, anche e soprattutto per quanto successo in estate e nelle ultime ore circa il caos ripescaggi e riammissioni in Serie B. 

Ormai molto vicino alla presidenza della Figc, Gravina ha voluto mettere in chiaro la necessità di riformare tutto il sistema: "La giustizia sportiva sarà uno dei primi punti sui quali abbiamo in mente di confrontarci e con molta velocità. Quello che sta accadendo non si deve ripetere. Il semiprofessionismo? - continua il numero uno della Lega Pro - Io guardo in faccia la realtà: il professionismo in C non è più sostenibile e bisogna essere responsabili. La C è un campionato in cui di professionismo ormai c'è poco, se non i tanti obblighi. E dobbiamo ripristinare un equilibrio economico quanto mai necessario".