Playout, a 44 si può sperare… ma settimana cruciale. Vi spieghiamo tutto

16.04.2018 08:00 di Redazione TernanaNews  articolo letto 1321 volte
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport
Playout, a 44 si può sperare… ma settimana cruciale. Vi spieghiamo tutto

Il campionato si sta avviando verso la fase finale e allora ecco arrivato il momento delle tabelle. Visto che la Ternana, è vero, si trova in penultima posizione in classifica ma in trend positivo, è inevitabile cercare di capire quanti punti ci vorranno per raggiungere i playout, ovvero la possibilità più concreta per arrivare alla salvezza per la squadra di De Canio. E’ davvero così impossibile come sembra dalla classifica?
Cerchiamo di capire allora anche attraverso la statistica. Cerchiamo di porre un obiettivo alto ma alla portata dei rossoverdi. Ipotizziamo allora che la Ternana nelle prossime sette partite riesca a fare gli stessi punti delle ultime 7: vale a dire 11. Vincerne 3, pareggiarne due e perderne altrettante. Difficile, ma non impossibile. 
Saranno importantissime le prossime due partite, quelle contro Foggia e Perugia, perché le più difficili, quelle con avversarie in forma e che hanno obiettivi ambiziosi (al di là del fattore derby…). Sbagliare le prossime due significherebbe dover fare praticamente filotto nelle ultime 5, con Parma e Palermo nel mazzo (sebbene contro il Palermo in casa): impossibile. 
Quindi prima condizione: bisogna dare continuità ai risultati in questa settimana cruciale. Dopo rimarrebbero tre scontri diretti e le due partite contro le due big. I tre scontri diretti sarebbero due in casa (Pescara e Avellino) e uno in trasferta dell’attuale ultima in classifica. Quindi sicuramente complicati ma non impossibili. Senza considerare che a fine campionato sia per la Pro Vercelli che per l’Avellino il campionato potrebbe essere finito e quindi le motivazioni essere sicuramente inferiori a quelle rossoverdi. Seconda condizione: vincere finalmente gli scontri diretti. In questo modo si arriverebbe a quota 44.
Se la Ternana dovesse arrivare a 44 sarebbe sicura di fare i playout? La statistica dice di sì, ma la statistica è una media, quindi prendere assolutamente con le molle.
Questa è la 15esima stagione in cui sono previsti i playout. La Ternana non li ha mai fatti e non sempre si sono disputati (lo scorso anno e nel 2013 perché c’erano più di 5 punti fra quart’ultima e quint’ultima; nel 2008 e 2005 per fallimenti e/o combine). 
Mediamente nelle 10 stagioni in cui il playout si è disputato sono serviti 43,8 punti per parteciparvi (naturalmente da quart’ultima): quindi in teoria 11 punti basterebbero. In teoria.
In pratica la Ternana con 44 punti avrebbe partecipato ai playoff 6 volte (su 10 stagioni). Nelle altre 4 circostanze sarebbe retrocessa (non consideriamo le quattro volte in cui i playout non si sono disputati).
Quindi con 44 i playout sono più che possibili, meglio se si potesse arrivare a 45 punti (il conteggio dal 6-4 diventerebbe 7-3), meglio ancora se 46 (8-2). La quota più alta di accesso ai playout è 49 (nel 2010 e nel 2009). Ma attenzione se si arriva a 49 ci si salva praticamente sempre (tranne appunto nei due anni appena menzionati) senza fare i playout.
11 punti in 7 partite un obiettivo raggiungibile, perché già raggiunto.
11 punti in 7 partite perché no, magari con un margine di miglioramento.
Non è impossibile come qualche settimana fa, dopo Ascoli per esempio. E’ semplicemente difficilissimo. Ora non bisogna pensare al rammarico dei punti persi per strada, delle scelte che potevano essere diversa, fosse anche per la tempistica.
Ora è tempo di crederci, è tempo per i conti. E’ il tempo di fare punti.
Indispensabile farli nelle prossime due per continuare a credere. Anzi per credere in una salvezza che sembrava davvero impossibile.