1. La Ternana si è smarrita

Abbiamo imparato che la Ternana del girone d’andata si è smarrita. Le vittorie d’inizio 2020 avevano fatto pensare che il nuovo anno sarebbe stato ricco di soddisfazioni per la squadra rossoverde. Un’illusione visto che oggi la squadra è scesa in quarta posizione e soprattutto è alle prese con una preoccupante crisi d’identità.

2. Cercarsi disperatamente coraggiosi

Abbiamo imparato che la Ternana, per uscire dal tunnel, ha bisogno di giocatori coraggiosi. Perché se è vero che il presidente Bandecchi invoca da tempo la fortuna, questa solitamente aiuta gli audaci. E la Ternana vista contro la Virtus Francavilla non è stata affatto audace. Forse, in maniera timida, negli ultimi minuti di un match male interpretato e mal giocato. C’è bisogno di assumersi le proprie responsabilità, di rischiare la giocata e non sperare che sia il compagno a risolvere i problemi di tutti.

3. Cambiano gli attaccanti ma il risultato è purtroppo lo stesso

Abbiamo imparato che la Ternana non segna più. Con questa del Liberati salgono a 4 le partite consecutive dei rossoverdi senza realizzare gol. Un’astinenza preoccupante che certifica l’involuzione di gioco avuta dalla squadra. E pensare che ad inizio stagione Gallo sorrideva quando in conferenza stampa si godeva una Ternana prolifica.

4. Gallo ha a fiducia di Bandecchi? Forse

Abbiamo imparato che Fabio Gallo ha la fiducia del presidente Stefano Bandecchi e di tutta la società. O almeno è il messaggio che in via della Bardesca vorrebbero far passare. Ma se da una parte c’è il numero uno che rimarca come “tutti devono prendere le proprie responsabilità” dall’altra c’è l’allenatore che alla domanda se ha un’idea del perché del momento no ha risposto secco: “si ma non la dico”. Entrambi non sono soddisfatti. Bandecchi delle prestazioni della squadra e dunque anche dell’allenatore. Quest’ultimo, invece, vede svanire pian piano la sua creatura, forse anche sotto i “like” dei video del primo.

5. Ora la Coppa Italia diventa un obiettivo, non solo uno sfizio

Abbiamo imparato che la Coppa Italia è diventata, improvvisamente, molto importante. E’ bastata una sconfitta alla Ternana per rivedere i piani. Vincere la Coppa consentirebbe alla squadra di approdare direttamente alla fase finale dei playoff. Fase alla quale oggi la Ternana non accederebbe visto che è scenda in quarta posizione. Ma non può essere un paracadute: l’obiettivo deve essere quello di rialzare la testa

Sezione: In Primo Piano / Data: Lun 17 Febbraio 2020 alle 08:00
Autore: Alessandro Laureti
Vedi letture
Print