Le 5 cose che abbiamo imparato da Ternana-Potenza 1-0

02.09.2019 08:00 di Alessandro Laureti   Vedi letture
Le 5 cose che abbiamo imparato da Ternana-Potenza 1-0

1 Ternana all’esordio in vetta alla classifica

Abbiamo imparato che con due vittorie consecutive in campionato la Ternana che, dalla retrocessione, è per la prima volta in vetta alla classifica di Serie C. Infatti non era mai accaduto, nemmeno l’anno scorso, che la squadra rossoverde occupasse la prima posizione della graduatoria. Un segno del destino? Difficile dirlo, più facile augurarselo. Fabio Gallo se n’è accorto e il sorriso con il quale ha risposto a chi gli ha fatto notare la cosa a fine partite ne è stata la prova.

2 Russo il bomber che non t’aspetti

Abbiamo imparato che la Ternana può contare su un nuovo “bomber”. Con la rete segnata al Potenza, Michele Russo raggiunge Guido Marilungo in vetta alla classifica dei marcatori. Entrambi sono a due centri. Ma c’è una particolarità. Russo è un difensore specializzato, quest’anno, in gol da cineteca. Dopo la rovesciata di Rieti, ieri al Liberati si è esibito in un tiro in corsa dalla distanza che resterà nella memoria dei tifosi rossoverdi. Una conclusione provata, voluta e riuscita. Segno che questa Ternana è una squadra determinata e che non lascia nulla al caso.

3 Una Ternana che gioca al calcio merita una campo di livello

Abbiamo imparato che questa Ternana è stata costruita per giocare al calcio. Palla a terra, fraseggi brevi, veloci. Giocate di qualità. La rosa messa a disposizione di Fabio Gallo ha tutto per far divertire. Ora però manca solo una cosa: il terreno di gioco. Già perché alla prima in campionato il Liberati non è parso in ottima condizione. Tutta colpa, stando a quanto sostengono gli addetti, di un fungo che sarebbe causa del danno. Sull’argomento si è espresso anche Gallo a fine partita: “le condizioni in questo momento non consentono alla squadra di esprimersi al massimo per mi hanno detto che a breve la situazione migliorerà”.

4 Prima partita ufficiale senza reti subite

Abbiamo imparato che la Ternana sa chiudere le partite anche senza subire gol. Da quando i rossoverdi hanno iniziato a giocare le partite che contano hanno sempre subito gol. 2 contro l’Olbia, 1 a Rieti in Coppa Italia, 1 sempre a Rieti ma in campionato e nessuno ieri al Liberati contro il Potenza. Segno che la fase difensiva rossoverde sta migliorando. C’è poi un altro dato. Per la prima volta la Ternana non ha segnato 3 gol. Tanti ne aveva realizzati nelle precedenti tre gare. Contro il Potenza ne è arrivato uno. Ma va bene così perché ha portato in dote i 3 punti.

5 AAA cercasi steward per aiutare gli abbonati

Abbiamo imparato che a fronte di un consistente numero di abbonati (poco oltre le 12mila unità) c’è bisogno di un numero maggiore di steward. Per fare cosa? Per garantire che ognuno abbia il proprio posto libero e che nessuno si sieda al posto sbagliato. Fatto che è accaduto ieri e che si è ripetuto con frequenza anche l’anno scorso, soprattutto in Tribuna B. Un fenomeno che genera inevitabilmente malumore in chi è costretto, ogni volta, a dover chiedere di liberare il posto perché a lui precedentemente assegnato.