Fabio Gallo ha parlato insieme a Luca Leone in conferenza stampa: "Ho lavorato bene con la squadra, sicuramente la settimana che abbiamo passato è stata difficile per i risultati perchè condizionano umore e qualità del lavoro. Il gruppo è maturo, ne abbiamo martedi alla presenza del direttore, ne ho parlato io alla squadra con un tono forte. Non facciamo gol, ma abbiamo cercato di inserire nei giocatori ogni stimolo per fare di più. Abbiamo qualità di gioco che non si è mai vista in questa categoria, la mia missione più grande è quella di riportare una serenità mentale, fisica, tenico e tattica cosi da riprendere come eravamo prima della sfida contro il Monopoli. Abbiamo cercato di trovare il problema, e canalizzare le risorse per migliorare dove manchiamo, cioè nella finalizzazione, mi sono concentrato su quello e dissociarmi dall'ambiente non positivo nei miei confronti dopo la sconfitta di domenica. Il mio è uno stimolo e cattiveria agonistica nel voler continuare a fare ben come abbiamo fatto per il 95% della stagione"

Da cosa ti senti sotto pressione: "L'umore che lo stadio ha manifestato dopo la sconfitta è stato palese, ma ho la fiducia del presidente e della società. Sono uscito pensieroso dallo stadio ma per la sconfitta, io non penso ad altro ma solo per il bene della Ternana"

Diversi infortuni possono aver inciso in questo trend negativo: "Defendi e Salzano non sono disponibili per problemi muscolari. Per quanto riguarda il turn over sorrido perchè quando lo faccio cambio tanto e quando non lo faccio vengo rimproverato. I risultati sono decisivi. Palumbo ha giocato sempre perchè Proietti è stato fuori. Giocherà lui e Palumbo tornerà nel suo ruolo. Il rientro di Damian mi da la possibilità di avere una scelta in più. Qualche giocatore può farsi male, se avessi la rosa al completo sempre sarebbe stato meglio"

Sono presenti anche Leone e Tagliavento: "Il fatto che loro siano qui è perchè vogliamo proseguire su questa strada, non pensare a quello che non ha funzionato. Abbiamo ancora 3 mesi e mezzo davanti a noi, non commettiamo errori che possono portarci a qualcosa di peggio. Mi sembra che vogliamo trovare per forza qualcosa di negativo. Non sapevo che oggi era presente il direttore, sicuramente per far vedere che lavoriamo insieme. Non facciamo l'errore grosso quando c'è ancora tanto da fare. E' quello che dico ai giocatori. Siamo qui perchè vogliamo e dobbiamo lavorare meglio. Non pensiamo alla costruzione della squadra, dobbiamo lavorare"

Prima si è parlato di Furlan con il quale ha parlato molto in settimana: "Voglio essere schietto e sincero. Nel confronto di martedì è emerso che sentiva poco la mia fiducia e gli ho ribadito che nel momento di difficoltà della squadra io la fiducia l'ho riposta su di lui. Ho messo il destino della squadra nelle sue mani, un grande segno di fiducia. Federico è intelligente, ci siamo parlati e ha fatto una settimana molto importante, vedremo se giocherà o meno, ma ha voglia di stupirmi ancora"

C'è da aspettarsi qualche novità in attacco: "Abbiamo provato cose diverse perchè dobbiamo risolvere il problema del gol. Abbiamo lavorato su alcune strategie dall'inizio, a partita in corso. Ma la linea della squadra dev'essere quella di avere due punte e costruire il mosaico di squadra, l'idea è la stessa, ma in partita ci sono momenti diversi. Questo è il lavoro che abbiamo fatto in settimana"

Sezione: In Primo Piano / Data: Sab 22 Febbraio 2020 alle 13:30
Autore: Ternananews Redazione
Vedi letture
Print