Catanzaro-Ternana, Gallo: "Furlan e Salzano out, ho diversi dubbi su uomini e modulo"

30.11.2019 12:15 di Ternananews Redazione   Vedi letture
Catanzaro-Ternana, Gallo: "Furlan e Salzano out, ho diversi dubbi su uomini e modulo"

Fabio Gallo parlerà a breve in conferenza stampa alla vigilia della sfida contro il Catanzaro.

Iniziala conferenza stampa

"Ci portiamo dietro qualche strascico dalla Coppa Italia, abbiamo qualche giocatore affaticato considerando anche il cambio di fondo perchè il sintetico era diverso rispetto al nostro. Non ci saranno Salzano, Furlan e Niosi per affaticamento. Ci saranno Torromino e Partipilo che sono guariti, si sono allenati tutti e due negli ultimi giorni, si allenano con la squadra ma non sono utilizzabili dall'inizio".

Grande emergenza a centrocampo: "Si, però noi andiamo a giocare senza problemi, mai voluto accampare scuse in questo senso. Mancano dei giocatori, quando mancano quelli bravi si perdono delle soluzioni ma chi giocherà farà una buona partita".

Pensa di cambiare modulo: "Potrei giocare con il trequartista con caratteristiche diverse oppure con la difesa a tre, mi sto prendendo bene il tempo per decidere".

La prestazione di Sini potrebbe spingerti a giocare con la difesa a tre: "Si, ma anche lui non giocava da tre mesi ed è rientrato in Coppa. Dobbiamo fare delle valutazioni per come iniziare e poi le strategie da attuare a partita in corso".

Quanto è importante uscire indenni e tentare di vincere a Catanzaro: "Quella di domani è una partita difficile contro una squadra forte. Il Catanzaro ha un organico di primissimo livello, è partita male ma si è ripresa, ha giocatori di qualità, abbiamo cercato di studiarla al meglio ed è una squadra costruita per vincere il campionato. Dobbiamo giocarla al massimo senza pensare a niente se non alla nostra prestazione".

Conosce bene anche Grassadonia, che allenatore è: "Prima di tutto è un amico, ci siamo sentiti tante volte, sia quando allenavo che quando non allenavo. E' un'amicizia nata sul campo da avversario ma che dura da anni. Ho tanta stima per lui. I precedenti in B sono a mio vantaggio, però anche Calabro era in vanttaggio contro di me, dobbiamo giocarle le partite".

Il Catanzaro non ha giocato domenica, potrebbe influire: "Sicuramente noi siamo più stanchi di loro, ma è cosi, loro hanno giocato contro la Casertana che ha fatto giocare la Berretti e noi contro l'Avellino. Andiamo in aereo, cerchiamo di stare il meno possibile in giro, recupereremo stasera. Dobbiamo viaggiare ed è un dato di fatto, ma sono convinto che la partita la squadra la farà sia fisicamente che tatticamente".

Potrebbe tornare Russo in difesa e in caso di difesa a tre ballottaggio Parodi-Nesta: "Devo fare le valutazioni anche in base a quello che ho visto in coppa. Parodi ha giocato di più ad Avellino ma non è un problema. In caso di difesa a tre vorrei far giocare centrale uno che inizia la manovra con più qualità. o Sini o Bergamelli, è una possibilità ma non ho ancora deciso".

Potresti usare Nesta come interno: "Si, ma non ci abbiamo lavorato molto, mi sono più concentrato per far crescere Gian Marco come esterno basso. Ma è un ruolo che può fare perchè ha strappo e una buona tecnica, ma deve migliorare tatticamente. E' un ruolo che può fare ma si potrebbe creare molta confusione. Ricordo che qualcuno era scettico sul suo ruolo da terzino, ma il percorso che ha fatto dimostra che lo può fare. E' giovane e deve migliorare sulla traiettoria e il lavoro di reparto, non vorrei pressarlo troppo".

Sull'andamento del campionato: "Le sorprese più grandi il Potenza per solidità e il Monopoli per qualità dei giocatori. Hanno giocatori di categoria, è una buona squadra che sta volando sulle ali dell'entusiasmo, è un campionato al di sopra delle aspettative, è allenata bene da Scienza, è una squadra che sta tenendo un passo importante come il nostro cosi come il Potenza. Il Bari è a tre punti da noi, ha delle difficoltà ma è una grande squadra, anche se leggo che devono cambiare tutto, ma è la squadra che tre mesi fa doveva ammazzare il campionato".

Ternana che viaggia a ritmo promozione con 2,5 di media punti a partita, ma la Reggina fa molto di più: "A volte sembra che si stia facendo poco, invece è al cospetto di una Reggina che sta andando cosi forte che si dimentica cosa sta facendo invece questa squadra. Un pò mi dispiace perchè non si da tutto quello che stanno facendo di buono i ragazzi. Siamo a novembre, dobbiamo giocare tutte le partite sapendo che dobbiamo dare  il massimo, fare più punti possibili senza pensare a quello che sta facendo la Reggina. Ogni anno succedono cose che sono l'esatto contrario di quello che sono 3-4 mesi prima, come i giocatori. A settembre si può essere titolari e marzo non si rientra nei piani. Bisogna dare meriti e criticare con buon senso".

Un messaggio alla società o in generale: "Non ho nessun problema a confrontarmi con le persone che sono all'interno della società. E' un messaggio che bisogna capire, a volte questa squadra è stata non esaltata davanti a grandi prestazioni, perchè rischi di essere nell'ombra davanti a una Reggina che sta facendo benissimo".

La tifoseria però apprezza quello che sta facendo: "I tifosi sono stati sempre molto attaccati alla squadra, ha iniziato giustamente guardando e aspettando, poi ha trovato da parte della squadra un gruppo che voleva andare con i tifosi, poi i risultati determinano unione".

Un punto debole del Catanzaro: "La difesa non è veloce ma ha grande qualità, palleggio e personalità. E' una squadra costruita per provare a vincere il campionato. E' un test tosto".