Janse: "Il caso Catania ha condizionato la mia carriera"

 di Stefano Bentivogli Twitter:   articolo letto 1118 volte
© foto di Federico Gaetano
Janse: "Il caso Catania ha condizionato la mia carriera"

Jens Janse, ora al VVV-Venlo in Eredivisie, è tornato a parlare della sua esperienza alla Ternana ed in particolare alla brutto episodio che lo vide coinvolto nel calcio scommesse: "Stavo giocando bene con la Ternana quando a un certo punto mi ha chiamato il mio agente dicendomi che era uscito il mio nome in merito al calcio scommesse", ha raccontato Janse  voetbalflitsen.nl che poi ha proseguito: "All'inizio pensavo stesse scherzando ma poi venne fuori non il mio nome ma il mio numero di maglia. Fu lo scandalo che riguardò il Catania. Nelle intercettazioni telefoniche parlavano in codice e tirarono fuori i numeri 2 e 13 e io indossavo la maglia numero 2".

Accuse poi cadute ma i sospetti hanno pesato sulla carriera di Janse come racconta l'ex rossoverde: "Era praticamente fatta per il mio passaggio al Frosinone ma tutto venne fermato, cosi come poi con l'Entella. Il mio coinvolgimento mi penalizzò e fece cambiare idea ai due club. E' stata una pagina nera della mia carriera che mi ha ferito".