Ora solo i 3 punti

26.12.2018 21:02 di Alessandro Laureti   Vedi letture
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport
Ora solo i 3 punti

Inutile girarci intorno adesso la Ternana ha bisogno solo e soltanto dei 3 punti. Tra qualche ora nel match contro il Teramo poi nella prima gara del girone di ritorno a Rimini e infine nel recupero contro la Sambenedettese. La vittoria è l’unica medicina in grado di guarire il malato Ternana. Un malato che ha vissuto indubbiamente una settimana a tratti surreale. Si è passati dalla delusione per il ko di Ravenna allo smarrimento per l’assenza di Luigi De Canio nell’allenamento di domenica, alla contestazione della vigilia di Natale fino ad arrivare allo stupore per l’annuncio del nuovo direttore. In mezzo a tutto questo abbiamo registrato l’allontanamento di Ezio Brevi e Fabrizio Fabris rei di “non seguire la linea del capo” come spiegato da De Canio oggi in conferenza stampa al comunicato serale di capitan Defendi e soci nel quale ribadiscono che “La squadra, in ogni singolo allenamento, si impegna al massimo per ottenere i risultati da tutti auspicati”. Insomma tutti sono orientati verso un unico obiettivo: la vittoria. Oggi è quella contro il Teramo nella speranza che un domani possa essere quella del campionato di C. A proposito forse anche per scaramanzia De Canio ha ribadito di aver già vissuto una situazione come questa, forse anche peggiore e di averla superata alla grande proprio con la vittoria del campionato. Ma per vincere la C c’è bisogno di tornare al successo. E quindi siamo di nuovo alla partita di questa giornata. Contro il Teramo ci sarà bisogno della massima attenzione (perché la squadra sta difendendo male), di tutte le energie a disposizione nonostante siano poche perché sappiamo dei tanti rossoverdi acciaccati. Ma mai come in questo modo c’è bisogno di “lanciare il cuore oltre l’ostacolo”. Anche perché l’arrivo imminente del nuovo diretto sportivo Luca Leone potrebbe anche rivoluzionare le certezze acquisite fin qui dalla squadra. Lui avrà il compito di aiutare la società a far sì che la squadra raggiunga l’obiettivo prefissato. Con o senza De Canio, con o senza Diakitè, Vives e Vantaggiato tanto per fare qualche nome a caso ma giusto per far capire che in questa nella prossima partita molti si giocheranno tutto. Vincere contro il Teramo consentirebbe alla Ternana di agguantare la seconda posizione in classifica a 7 punti di distanza dal Pordenone e con una partita in meno. Ecco che il successo rimetterebbe prepotentemente in corsa i rossoverdi costringendo Tesser e soci a dover fare i conti anche con loro.