Sperare non costava nulla, ma i playoff sarebbero stati giusti?

08.05.2019 21:00 di Marina Ferretti   Vedi letture
Sperare non costava nulla, ma i playoff sarebbero stati giusti?

E così si chiude ufficialmente la stagione della Ternana, si chiude senza playoff, con la sconfitta del Monza in Coppa Italia che regala i playoff alla Viterbese e non ai rossoverdi, si chiude con tanti rimpianti e tanti dubbi. 

Non è qui che ci avventureremo alla ricerca di cosa non ha funzionato quest'anno, ci sarà tempo per farlo nei prossimi giorni e nelle prossime settimane; se siamo qui, invece, è perchè in fondo anche i più disillusi e critici fra di noi a questi spareggi un pizzico ci avevano creduto. Insomma, siamo sinceri, sperare non ci è costato nulla, soprattutto dopo una stagione che ha rischiato di vedere la Ternana addirittura ai playout, addirittura in lotta per non retrocedere. Raggiungere gli spareggi per la serie B sarebbe stato un traguardo, sicuramente ridimensionato rispetto a quanto immaginato ad inizio stagione, certamente ci saremmo "arconsolati co' l'ajetto", eppure arrivati a questo punto del campionato, ad un passo dal primo piccolo passo per qualcosa di meglio, brucia vedersi sfuggire tutto al 93'. In fondo, il Monza avrebbe soltanto dovuto pareggiare per vincere questa benedetta Coppa Italia, a tutti sembrava un obiettivo raggiungibile dalla squadra di Brocchi: così non è stato. Peccato, ma la vita continua lo stesso. 

Eppure, quello che non possiamo fare a meno di domandarci è se la Ternana davvero meritasse di entrare nei playoff, se giocarsi la serie B agli spareggi fosse giusto, se ci fosse meritocrazia in tutto questo. Il cuore, il tifo e l'amore per il rossoverde ci fanno dire di si, che probabilmente i rossoverdi sono una delle squadre fisicamente più pronte in questo finale di stagione, che gli spareggi sono un terno al lotto e che le squadre più bistrattate possono essere le più pericolose delle mine vaganti. La ragione, ecco, quella ci dice un'altra cosa e dà un giudizio impietoso e lapidario: inutile prendersela col destino, col Monza, con la sfortuna, perchè una squadra che nel girone di ritorno è stata capace di vincere una sola partita i playoff non dovrebbe farli, non ha meritato di entrare a farne parte ed è giusto, per quanto amaro, che sia finita così. 

Noi, sinceramente, non abbiamo ancora capito da che parte schierarci, se col cuore o con la ragione: voi?