Ternana-Virtus Verona: la conferenza di Luigi Fresco

08.02.2019 15:00 di Marina Ferretti   Vedi letture
Fonte: virtusverona.it
© foto di Flavio Mazzoleni
Ternana-Virtus Verona: la conferenza di Luigi Fresco

Ha parlato in conferenza stampa questa mattina l'allenatore-presidente della Virtusvecomp Verona Luigi Fresco, così come riporta il sito ufficiale della società virtussina. 

"Tutto pronto in casa Virtus Verona per la trasferta di Terni: i rossoblu si sono messi in viaggio verso l'Umbria dopo aver sostenuto l'allenamento di rifinitura nel corso del quale, però, si è fermato l'ultimo arrivato Dario Polverini. 

"Non ce ne va bene una" sottolinea Gigi Fresco, "Polverini ha lamentato un problema muscolare. Viene a Terni con noi ma non sarà della partita. Speriamo non sia nulla di grave ma questo lo sapremo solo dopo l'esito degli esami strumentali".

Polverini out dunque, per il resto che formazione scenderà in campo a Terni? "Anche Ferrara ha lamentato qualche acciacco di natura fisica e per questo penso di lasciarlo a riposo. Al suo posto giocherà uno tra Grandolfo e Nolé che rispetto a sabato scorso è pienamente recuperato. Devo poi valutare la posizione di Onescu, se mezzala o esterno. Danti e Grbac giocano, dietro vediamo".

Gigi Fresco ripercorre così la settimana che ha fatto seguito alla bruciante sconfitta contro la Triestina: "Abbiamo un problema mentale, ci siamo guardati negli occhi confrontandoci più volte per cercare di trovare la soluzione. Abbiamo perso tanti punti al novantesimo, con quelli oggi saremmo fuori dalla zona calda della classifica. Mi sono assunto le mie responsabilità dopo la sconfitta di sabato, adesso tocca ai ragazzi fare la loro parte".

Chiusura dedicata al capitolo-salvezza: "Abbiamo bisogno di fare 19-20 punti, non importa contro chi. Il nome dell'avversario, nella situazione in cui siamo, conta poco. La Ternana è una squadra fortissima ma noi dobbiamo fare la nostra partita curando il dettaglio, soprattutto nel finale. Dobbiamo imparare a gestire meglio i ritmi di gara. Quando serve bisogna saper addormentare il match, noi questo non lo sappiamo fare. Martedì col Renate scontro salvezza? Partita importante per i tre punti come ogni altra, ripeto, non conta il nome dell'avversario ma il numero di punti che dobbiamo fare se vogliamo salvarci".