Catanzaro, Grassadonia: "Ternana forte ma noi non siamo da meno"

01.12.2019 12:00 di Ternananews Redazione   Vedi letture
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Catanzaro, Grassadonia: "Ternana forte ma noi non siamo da meno"

L'allenatore del Catanzaro Gianluca Grassadonia, ha parlato in vista della sfida di oggi contro la Ternana. Queste le sue parole riportate da atuttocatanzaro.it: “Sono tutte gare difficili, certamente affrontiamo la seconda della classe, è una squadra forte, ha un un’allenatore forte, ma è forte anche il Catanzaro; sarà una bella partita da giocare e sarà un banco di prova dove cercheremo di capire i progressi che si sono fatti e dove dobbiamo ancora lavorare. Dobbiamo viverla con tanta serenità anche tenendo conto che affrontiamo una squadra con un’ottima rosa e con molta qualità, ma dobbiamo capire che anche noi siamo bravi e abbiamo tutte le carte per giocarci.

La Ternana ha numeri importanti,noi dobbiamo lavorare sulla mentalità e capire che noi fuori casa dobbiamo fare lo stesso tipo di partita, certamente cambieranno i discorsi da un punto di vista tattico perché affrontiamo una squadra che gioca in un determinato modo e quindi siamo pronti anche a questo e giocarci una partita importante.

Io vedo la squadra lavorare, quello che ci stanno mettendo e come stanno lavorando, ma sono convinto che non ce risultato se non ce prestazione perché in campo per vincere le partite le devi giocare e devi sapere dove e quando attaccare ma anche i lati positivi dell’altra squadra e comunque sono convinto che il Catanzaro abbia le carte il regola e può giocarsela alla grande; noi dobbiamo dare il massimo, giocarla come la prepariamo e alla fine tirare le somme.

Il fatto che posso iniziare a scegliere nell’abbondanza per me è un fatto positivo, stiamo tutti bene tranne Bianchimano che si è fermato, Magni ha ripreso da qualche giorno perché ha avuto un problema alla spalla, Casoli ieri si è fermato per un problema alla schiena però spero che oggi si possa allenare; Fischnaller è un giocatore che da quando sono arrivato è cresciuto in maniera esponenziale, è un giocatore che ha movimenti importanti ed è molto intelligente proprio dal punto di vista del recepire ciò che si chiede e non a caso sta molto bene, ma anche gli altri stanno crescendo sempre di più.

Anche Urso e De Risio stanno bene, però Carlo (De Risio) è un po’ più indietro perché è stato fermo tanto tempo e al momento ha un sovraccarico nell’allenamento, però ad averlo a disposizione è una cosa importante; così come Urso ha giocato mercoledì però ha bisogno ancora di un po di tempo per rientrare nelle condizioni ottimali.

Il problema più grande di dicembre è quello che ci saranno pochi allenamenti e questa cosa mi da fastidio, perché noi abbiamo bisogno di lavorare sul campo d abbiamo bisogno di tempo. Noi abbiamo una rosa abbondante quindi puoi coprire partite vicine, il problema è che dobbiamo tirare un freno nell’allenamento e questo mi rode parecchio".